torna alla home torna alla home
 

Bacheca
 
Forum
 
 
 
...
La brava e bella cantante non solo affascina gli addetti ai lavori più interessati alle innovazioni musicali provenienti dall'estero, ma stringe anche attorno a sè il pubblico più esigente della radio, che vede prendere corpo il sogno di una musica italiana finalmente libera dai suoi aspetti più provinciali.

In effetti, Jula De Palma appare subito come una presenza fortemente innovativa, non solo per lo stile e per le scelte musicali ma anche per i suoi atteggiamenti più consapevoli e anticonformisti, soprattutto se paragonata con gli interpreti di stampo tradizionale.

Tale continuerà a essere, davanti al microfono e durante le interviste, anche quando parteciperÓ a diverse edizioni del Festival di Sanremo, allora regno della melodia e delle marcette. Con la sua carica di sensualità e il suo stile da grande vocalist, sarà fra le protagoniste femminili (sicuramente la più atipica) della manifestazine sonora, a partire dall'edizione del 1955 nella quale le vengono affidate quattro canzoni: L'ombra (Colý), che canta in coppia con Marisa Colomber, Cantilena del trainante (De Angelis.Faccenna) Che fai tu luna in ciel (Astelli-Brinniti) e Sentiero (Concina-Cherubini), tutte e tre eseguite in abbinamento con Bruno Pallesi.
« »
pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5

Home | Biografia | Discografia | Dicono di lei | Articoli | Audio | Video | Foto-album | Bacheca | Scrivici